Nome Latino: Cyprinus carpio

Nomi volgare e dialettale: Carpa

Foto del Pesce - © Provincia di Cuneo

Famiglia: Ciprinidi

Fra le specie di Ciprinidi delle acque dolci italiane, la carpa é quella che raggiunge le maggiori dimensioni, superando talora anche 1 metro di lunghezza e 20 kg di peso.

La Carpa é originaria dell'Asia ma è stata introdotta in Europa in epoca molto antica, dove é allevata da secoli e dove sono state selezionate numerose varietá domestiche. Alcune di queste, similmente alle forme selvatiche, sono completamente ricoperte di scaglie mentre altre, come la carpa a specchi e la carpa cuoio, ne sono parzialmente o completamente prive.

Fino a qualche decennio fa veniva diffusamente allevata, a scopo alimentare, ed era abbastanza diffusa nel Po, nel tratto terminale dei suoi affluenti e in genere nei corsi d'acqua della pianura.

La carpa é comune pure nei canali di bonifica, che rappresentano un ambiente ottimale per questa specie. Come per altre numerose specie tipiche delle acque lentiche di pianura, nella parte orientale della regione la carpa, a causa di ripetuti ripopolamenti, é presente anche nei tratti intermedi o alti di alcuni fiumi le cui caratteristiche ecologiche non soddisfano però le esigenze di questo pesce. Predilige acque ferme o moderatamente correnti, con fondi melmosi e ricchi di vegetazione.

E' onnivora; si nutre di materiale vegetale fresco o in decomposizione, di invertebrati del fondo e, occasionalmente, di avannotti e girini.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2007 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni