Nome Latino: Matricaria chamomilla L.

Nomi volgare e dialettale: Camomilla comune

Foto della Pianta - © Provincia di Cuneo

Descrizione: pianta erbacea perenne, alta fino a 50 cm. (nelle piante coltivate si arriva a 80). Il fusto Ŕ ramificato in alto.

Foglie: sessili ed inserite alternate sul fusto. Bio-tri-pennatosette, contorno pi¨ o meno ovale-lanceolato.

Fiori: riuniti in capolini a loro volta portati da un'infiorescenza corimbosa. Ligula bianca, tridentata all'apice. Habitat: dal mare sino alla regione submontana. Comune nei prati, vicino alle case, lungo le strade e nei campi coltivati.

Principio Attivo: il p.a. Ŕ contenuto nei capolini fioriti che vanno recisi ad inizio fioritura, generalmente in maggio-giugno.

ProprietÓ: Essendo un blando nervino, oltre che come sedativo, Ŕ impiegata per attenuare i dolori che precedono o accompagnano il periodo mestruale, nonchÚ i dolori e gli spasmi del tubo dirigente.

Uso esterno: buoni risultati si ottengono su pelli o mucose arrossate, infiammate e congestionate. Ottima in sciacqui contro il mal di denti ed in gargarismi contro il mal di gola.

Come cosmetico, viene usata per imbiondire i capelli e , nell'acqua calda del bagno come decongestionante e lenitivo.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni