Nome Latino: Agaricus macrosporus

Nomi Volgari: Prataiolo

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal greco 'makr˛s': grande e 'sporÓ': semenza, per le spore di grosse dimensioni.

Lamelle: libere, sottili, inizialmente rosa-rossastro, poi imbrunenti ed infine nerastre.

Gambo: robusto, pieno, appuntito verso la base, biancastro, liscio. E' munito di un tipico anello floccoso, caratteristico di questa specie.

Carne: spessa, bianca, leggermente rosata se sezionata, odore e sapore gradevole, fungino.

Habitat: dalla primavera all'autunno, nei parchi, giardini, tra l'erba dei campi, nei pioppeti, sovente anche in cerchi.

CommestibilitÓ: Ŕ un discreto commestibile.

Osservazioni: si consiglia, comunque, di non consumare esemplari cresciuti lungo le strade di grande traffico, o in cittÓ, in quanto sono funghi in grado di assorbire metalli pesanti, quali il piombo, diventando nocivi per la salute.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni