Nome Latino: Albatrellus pes-caprae

Nomi Volgari: Piede di capra - Lingua di brughiera - Orie d'asu - Bruin - Gasparin

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal latino 'pes-caprae': piede di capra, per la sua forma.

Tubuli: bianchi, poi giallastri, corti e decorrenti sul gambo.

Gambo: sino a 10 cm., eccentrico o laterale, robusto, di colore giallo-bruno o biancastro, pi¨ chiaro verso la base.

Carne: compatta, soda, da bianca a giallina, con odore gradevole fungino; ha sapore grato che ricorda vagamente la nocciola.

Habitat: in boschi umidi in prevalenza di latifoglia, in estate ed autunno. Sta diventando sempre pi¨ raro ed introvabile.

CommestibilitÓ: buon commestibile, si presta molto alla conservazione sott'olio.

Osservazioni: difficilmente pu˛ essere scambiato con altri non commestibili o tossici, l'unico con cui si pu˛ confondere Ŕ il Polyporus cristatus, coriaceo ed immangiabile.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni