Nome Latino: Cantharellus cibarius

Nomi Volgari: Gallinaccio - Galletto - Garitole - Finferlo

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal greco 'kÓntharos': coppa, diminutivo di piccola coppa e dal latino 'cibus': cibo, attinente il cibo, commestibile.

Lamelle: irregolari, simili a pieghe od a venature, dello stesso colore del cappello.

Gambo: da 2 a 8 cm., pieno, sodo, concolore al cappello o pi¨ chiaro.

Carne: spessa, bianchiccia o giallastra, odore fruttato molto caratteristico, come di albicocche o di prugne; sapore dolce e gradevole.

Habitat: cresce dall'estate all'autunno, sia sotto latifoglia che sotto conifera; abbondante nei periodi umidi dopo piogge prolungate.

CommestibilitÓ: buon commestibile, ricercato ed apprezzato ovunque. E' ottimo in condimenti ed in misti di funghi.

Osservazioni: pu˛ essere confuso con altre specie simili, tra le quali il tossico Omphalotus olearius, che per˛ Ŕ privo di odore ed ha vere lamelle.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni