Nome Latino: Pleurotus ostreatus

Nomi Volgari: Gelone - Orecchione - Ostricone - Pleuroto - Agarico ostreato

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal greco 'pleur˛n': di fianco e 'ous, ot˛s': orecchio, con il cappello (orecchio) di fianco. Dal latino 'ostreatus': ricoperto di ostriche, come un ammasso di ostriche.

Lamelle: fitte, fortemente decorrenti sul gambo, bianche, bianco-gialla-stre o bianco-grigiastre.

Gambo: laterale, a volte quasi assente, o molto corto, sodo, tenace, pieno; bianco o appena sfumato di grigiastro.

Carne: spessa, tenace, bianca, abbastanza elastica, vago odore fungino.

Habitat: cresce nella stagione invernale su legno vivo o morto di molte latifoglie, soprattutto pioppi e salici, in numerosi esemplari.

CommestibilitÓ: buon commestibile, molto apprezzato. Oltre a crescere spontaneo in natura, si presta molto bene alla coltivazione, per cui lo si trova in commercio in tutte le stagioni.

Osservazioni: per la sua attitudine a crescere in periodi freddi, quando non sono presenti altri funghi pericolosi, pu˛ essere raccolto con tranquillitÓ.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni