Nome Latino: Tricholoma terreum

Nomi Volgari: Moretta

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal latino 'terreus' : terreo, attinente alla terra, per i colori scuri.

Lamelle: fitte, con filo denticolato, biancastre, grigiastro chiaro, cinerine.

Gambo: da 3 a 8 cm., tozzo, pieno, poi presto cavo, fragile, liscio, bianco, grigiastro verso la base.

Carne: sottile, fragile, bianca, grigiastra, senza odori o sapori particolari.

Habitat: presente in gruppi numerosi nei boschi di conifere, abeti e pini. E' specie tipicamente autunnale, presente fino a inizio inverno, anche dopo le prime gelate.

CommestibilitÓ: buona specie commestibile, si presta alla conservazione sott'olio.

Osservazioni: fa parte di un numeroso gruppo di funghi molto simili e difficilmente distinguibili. Una confusione grossolana Ŕ per˛ possibile con specie tossiche: pertanto, la raccolta del Tricholoma terreum va lasciata a persone esperte.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni