Nome Latino: Amanita virosa

Nomi Volgari: Ovolo malefico - Ovolaccio - Falso ovolo

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal latino 'virosus': velenoso, fetido.

Lamelle: fitte, sottili, all'inizio bianche, poi sovente con riflessi rosati a maturitÓ.

Gambo: da 8 fino ad oltre 15 cm. esile ed allungato, bianco, cosparso di fiocchi cotonosi o bambagiosi concolori, base bulbosa. Volva bianca e membranacea. Anello sottile a volte incompleto e poco persistente, bianco, posizionato appena sotto il cappello.

Carne: bianca, tenera, inodore nei giovani esemplari, odore sgradevole negli esemplari maturi.

Habitat: da fine estate all'autunno sia in boschi di conifere che di latifoglie. Predilige i boschi di betulle, Ŕ poco diffuso.

CommestibilitÓ: velenoso, mortale, come le due amanite phalloides e verna.

Osservazioni: pu˛ essere scambiato con i prataioli: prestare la massima attenzione nella raccolta. Valgono le stesse regole giÓ descritte per la Amanita verna.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni