Nome Latino: Coprinus atramentarius

Nomi Volgari: Fungo dell'inchiostro - Coprino atramentario

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal greco k˛pros, sterco, attinente lo sterco e dal latino atramentum, inchiostro, attinente l'inchiostro.

Lamelle: biancastre, con tonalitÓ grigiastre, infine da bruno a nerastre, molto fitte e serrate, alla fine deliquescenti.

Gambo: da 5 a 15 cm., bianco, biancastro, molto presto cavo all'interno, con vaghe tracce di un anello alla base.

Carne: biancastra, poco consistente, odore grato, sapore dolciastro.

Habitat: cresce spesso cespitoso su legno. A volte appare terricolo, ma - in realtÓ - il legno si trova sotto terra. Dalla primavera all'autunno, un po' ovunque.

CommestibilitÓ: da considerarsi non commestibile, perchŔ responsabile di una singolare intossicazione, allorchŔ venga consumato associato a bevande alcooliche.

Osservazioni: le specie del genere Coprinus sono quasi tutte da considerarsi non commestibili, ad eccezione del Coprinus comatus che ha una taglia maggiore ed un cappello, da giovane, essenzialmente bianco.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni