Nome Latino: Paxillus involutus

Nomi Volgari: Carcateppa - Carcatuppa - Tarun

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal latino paxillus, bastoncino e involutus, arrotolato, per il margine del cappello rivolto verso le lamelle.

Lamelle: fitte, decorrenti sul gambo, color crema pallido, giallognolo o ruggine, al tocco si macchiano di brunastro tabacco.

Gambo: da 3 a 6 cm., pieno, quasi sempre incurvato alla base, di colore giallastro, bruno-rossiccio.

Carne: compatta, succosa, di colore giallastro virante al bruno-rossastro, odore leggero, sapore leggermente acidulo.

Habitat: ubiquitario, sia in boschi di conifera che di latifoglia, in estate ed autunno inoltrato. Specie diffusa e molto comune.

CommestibilitÓ: considerato commestibile fino a pochi anni fa, ora va invece incluso tra le specie tossiche, perchŔ sono documentati casi di gravi intossicazioni, anche mortali.

Osservazioni: fungo che in provincia di Cuneo Ŕ poco considerato, pertanto difficilmente confondibile con altre specie commestibili.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni