Nome Latino: Tricholoma sciodes

Nomi Volgari: Falsa moretta

Foto del Fungo - © Provincia di Cuneo

Etimologia: dal greco skiÓ,ombra, e da eýdos, sembianza, simile all'ombra.

Lamelle: fitte, sottili, biancastre poi grigio-giallastre, a volte macchiate di rossastro.

Gambo: da 5 a 10 cm., slanciato liscio, pieno, bianco-grigiastro, base bulbosa.

Carne: elastica, fragile nel cappello, biancastra, grigiastra, odore debole, sapore subito pepato, bruciante.

Habitat: cresce preferibilmente in boschi di faggio, da fine estate all'autunno.

CommestibilitÓ: specie tossica, provoca disturbi gastro-intestinali.

Osservazioni: pu˛ essere confuso con la moretta buona (Tricholoma terreum), che ha per˛ una carne dolce e non pepata e nasce in boschi di conifera.

© Provincia di Cuneo 1999 - 2009 | Clausola Esclusione Responsabilità | Credits e Segnalazioni